Bio

Mandorli in fiore

Sono due gli obiettivi del metodo di agricoltura biologica. Il primo è migliorare e preservare i terreni, riducendo (e in alcuni casi azzerando) i rischi di contaminazione della fertilità chimica, fisica e biologica del terreno causati da un uso intensivo di prodotti chimici (fertilizzanti, concimi, diserbanti, fitosanitari, ammendanti, antiparassitari ecc.). Il secondo, conseguenza del primo, è ottenere prodotti agricoli privi di residui chimici.

Il metodo di produzione biologica è molto controllato sia dal punto di vista legislativo sia sul campo. Per essere certificati occorrono controlli rigidi da parte di periti agrari esterni ed enti certificatori che controllano le pratiche agronomiche realmente svolte in campo. "Biologico" indica così un metodo di coltivazione che ammette solo l'uso di sostanze naturali, presenti già in natura, escludendo l'utilizzo di sostanze di sintesi chimica. Il modello di produzione biologica guarda al futuro del suolo, delle falde acquifere, delle risorse naturali, dell'aria e delle comunità, è attento alla sostenibilità ambientale e sociale del lavoro in agricoltura. Per salvaguardare la fertilità di un terreno gli agricoltori biologici fanno ricorso a materiale organico e alla lotta integrata contro i nemici delle coltivazioni (funghi, insetti, malattie, parassiti, malerbe ecc. ) .

Le mandorle, commercializzate da Italian Almond con metodo biologico sono riconoscibili sul mercato grazie alla speciale etichettatura che riporta obbligatoriamente il regime di controllo CEE, il nome dell'organismo di controllo, gli estremi dell'autorizzazione ministeriale, il codice del paese d'origine e dell'azienda.

Produrre biologico costa di più, per questo sugli scaffali anche i prodotti sono più cari rispetto a quelli di agricoltura tradizionale. Tuttavia conviene perché è un investimento sul futuro del pianeta ed è una garanzia di un migliore impatto ambientale e salubrità.

Translate »